Al via gli Assegni famigliari 1 luglio 31 dicembre 2021 si attende ancora per l’assegno temporaneo

Assegni al Nucleo Familiare (ANF) per i lavoratori dipendenti al via le domande di rinnovo per il periodo dal 1 luglio al 31 dicembre 2021. I redditi da prendere a riferimento sono quelli del 2020. Aumentano gli importi per i nuclei con figli, restano invariati criteri e modalità di rinnovo. L’INPS con un messaggio del 17 giugno 2021 ha confermato che in attesa della partenza dell’Assegno Unico e Universale, prevista dal 1.1.2022, i lavoratori dipendenti avranno diritto agli assegni al nucleo familiare.

La domanda è quindi necessaria per fruire degli assegni al nucleo familiare per i prossimi sei mesi che, con il Dl 79/2021, sono stati maggiorati di 37,50 euro per ciascun figlio minore nei nuclei familiari fino a due figli e di 55 euro per ciascun figlio nei nuclei familiare con almeno tre figli minori. La domanda degli ANF deve essere fatta anche da quei lavoratori che ricevono il pagamento diretto da parte dell’INPS dell’integrazione salariale per sospensione del lavoro (es. CIG, FIS ecc.). Come in passato, per gli ANF, è possibile presentare domanda anche per periodi arretrati.

Assegno Temporaneo Ancora in attesa delle istruzioni applicative per la partenza dell’Assegno Temporaneo (previsto per il periodo dal 1° luglio al 31 dicembre 2021) che spetterà ai nuclei familiari con figli minori che non hanno diritto agli ANF e sarà commisurato all’isee. Visto il ritardo, per l’assegno temporaneo è già prevista la possibilità di presentare domanda fino al 30 settembre 2021 con decorrenza 1° luglio e corresponsione degli eventuali arretrati.

  Share: