2 giugno, sciopero nel commercio e corteo a Bologna

2 GIUGNO 2018 FESTA della REPUBBLICA
NO alle APERTURE nel commercio per le FESTIVITA’
Anche per una festività importante come il 2 giugno, Festa della Repubblica Italiana, la maggioranza delle attività commerciali starà aperta, anche in Toscana, con poche eccezioni, tra cui parte della Cooperazione. NON E’ ACCETTABILE!!!
La Festa della Repubblica è il simbolo unificante e di riconoscimento per tutti i cittadini del nostro Paese e non va sacrificata sull’altare del consumo, ancora di più IN QUESTE ORE PARTICOLARMENTE CRITICHE PER IL DESTINO POLITICO DEL PAESE.
La Legge Monti sulla liberalizzazione degli orari e delle aperture commerciali va modificata! Filcams, Fisascat e Uiltucs Regionali sono da sempre contrarie alle aperture dei negozi per le festività civili e religiose e chiedono il rispetto del significato e del valore sociale che queste festività rappresentano per la comunità.
La completa liberalizzazione degli orari e delle aperture domenicali e festive non ha portato nessun aumento dei consumi e tanto meno dell’occupazione.
Anzi, sono solo peggiorate le condizioni di lavoro, gli orari, la vita delle lavoratrici e dei lavoratori ed è aumentata la precarietà.
BASTA! NO AL SEMPRE APERTO! NO a LAVORARE per le FESTE! IL COMMERCIO NON E’ UN SERVIZIO ESSENZIALE
per questo Filcams, Fisascat e Uiltucs della Toscana proclamano: ASTENSIONE e SCIOPERO dal LAVORO per l’intera giornata del 2 giugno 2018
Sottolineando quanto molte sentenze hanno sancito: il lavoro nelle festività civili e religiose individuate dal CCNL NON E’ UN OBBLIGO e il lavoratore NON può essere comandato al lavoro senza il proprio consenso.

Firmato: Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil TOSCANA

Sabato 2 giugno, a conclusione della campagna di raccolta firme per l’appello “Mai più fascismi”, si terrà a Bologna una grande manifestazione nazionale insieme ad Anpi e a tutte le associazioni che in questi mesi si sono mobilitate, per chiedere che le forze di ispirazione fascista e xenofoba non possano più presentarsi come partiti alle elezioni

SCARICA IL VOLANTINO

  Share: