Congresso Cgil, si apre un percorso unitario

Congresso Cgil, si apre un percorso unitario. Il direttivo nazionale approva all’unanimità l’Ordine del Giorno

Il comitato direttivo il 29 maggio ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno: impegno di tutte le strutture dell’organizzazione con l’obiettivo di ricercare una sintesi unitaria. La strada intrapresa porterà alla proposta per l’elezione del nuovo segretario generale
Il comitato direttivo della Cgil, riunitosi a Roma il 29 maggio, ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno della segreteria nazionale. “L’assunzione da parte del direttivo nazionale – si legge nel documento della confederazione -, con una larghissima maggioranza, del documento congressuale ‘Il lavoro è…’ rappresenta una condizione determinante per rendere più forte l’unità politica e l’iniziativa sindacale della Cgil. Tale obiettivo è ancor più importante nella crisi politica ed istituzionale del Paese, che rischia di lasciare irrisolti e di aggravare i problemi del mondo del lavoro, dei giovani e dei pensionati”.
“Il documento congressuale – prosegue l’odg -, sostenuto dall’ampia unità dell’organizzazione, costituisce la base politica per affrontare il tema del rinnovamento dei gruppi dirigenti, coerentemente con gli obiettivi e i contenuti in esso individuati. È in questo contesto che potrà e dovrà essere gestito il percorso che porterà all’individuazione della proposta per l’elezione del nuovo segretario generale della Cgil, prendendo atto che ad oggi nessuna candidatura è presente nella discussione all’interno dell’organizzazione, respingendo qualunque strumentalizzazione e condizionamento il cui fine è solo dividere e indebolire la Cgil”.
“Tale percorso, sarà sostenuto dall’impegno responsabile di tutte le strutture dell’organizzazione, nella massima trasparenza e rispetto delle regole previste dallo Statuto, con l’obiettivo di ricercare una sintesi unitaria”. “La segreteria, sulla base di una proposta del segretario generale, si assume l’impegno di verificare le condizioni per avanzare una proposta unitaria al comitato direttivo, sulle caratteristiche e sui criteri del progetto e del percorso di rinnovamento del gruppo dirigente e del segretario generale”, conclude l’ordine del giorno. da rassegna.it

__________________

Ordine del giorno della Segreteria Nazionale approvato al Comitato Direttivo del 29 maggio 2018
L’assunzione da parte del Direttivo Nazionale, con una larghissima maggioranza, del documento congressuale “Il lavoro è…” rappresenta una condizione determinante per rendere più forte l’unità politica e l’iniziativa sindacale della CGIL. Tale obiettivo è ancor più importante nella crisi politica ed istituzionale del Paese, che rischia di lasciare irrisolti e di aggravare i problemi del mondo del lavoro, dei giovani e dei pensionati.
Il documento congressuale, sostenuto dall’ampia unità dell’organizzazione, costituisce la base politica per affrontare il tema del rinnovamento dei gruppi dirigenti, coerentemente con gli obiettivi e i contenuti in esso individuati.
È in questo contesto che potrà e dovrà essere gestito il percorso che porterà alla individuazione della proposta per l’elezione del nuovo Segretario Generale della CGIL, prendendo atto che ad oggi nessuna candidatura è presente nella discussione all’interno dell’organizzazione, respingendo qualunque strumentalizzazione e condizionamento il cui fine è solo dividere e indebolire la CGIL.
Tale percorso, sarà sostenuto dall’impegno responsabile di tutte le strutture dell’organizzazione, nella massima trasparenza e rispetto delle regole previste dallo Statuto, con l’obiettivo di ricercare una sintesi unitaria.
La Segreteria, sulla base di una proposta del Segretario Generale, si assume l’impegno di verificare le condizioni per avanzare una proposta unitaria al Comitato Direttivo, sulle caratteristiche e sui criteri del progetto e del percorso di rinnovamento del gruppo dirigente e del Segretario Generale.

  Share: