Da Gramsci al digitale, incontro il 30 maggio in Camera del lavoro

Le aziende stanno cambiando, sono sempre più tecnologiche e interconnesse e questo nuovo modello industriale cambia radicalmente l’organizzazione stessa del lavoro. 

Cosa significa questa trasformazione per le lavoratrici e i lavoratori? Come cambia il loro lavoro? E con quali effetti sulla loro vita?

L’iniziativa “Da Gramsci alla digitalizzazione – Le condizioni di lavoro nei processi di innovazione tecnologica” organizzata dalla Camera del Lavoro di Firenze in collaborazione con l’Istituto Gramsci Toscano, vuole indagare questi aspetti, partendo da “Americanismo e fordismo” di Antonio Gramsci.

“Da Gramsci alla digitalizzazione – Le condizioni di lavoro nei processi di innovazione tecnologica” (30 maggio, ore 15, Camera del lavoro di Firenze in Borgo Greci 3, Salone Di Vittorio)

– Saluti: Paola Galgani (segretaria generale Cgil Firenze)
– Introduzione: Annalisa Tonarelli (presidente Igt)
– Relazioni: Alessio Gramolati (Cgil nazionale, resp. Ufficio Progetto 4.0), Andrea Valzania (Igt)
– Modera: Gianluca Lacoppola (segreteria Cgil Firenze)
Interverranno delegate e delegati dei diversi settori produttivi interessati dall’innovazione tecnologica

  Share: