Lo sportello “Oplà” raddoppia (video del Tg3 Rai Toscana)

Lo sportello “Oplà” della Cgil di Firenze raddoppia le aperture (13-2-2017)

GUARDA IL VIDEO DEL TG3 RAI TOSCANA REGIONALE

IL COMUNICATO

È un San Valentino particolare quello che la Cgil di Firenze si appresta a festeggiare quest’anno. Da domani martedì 14 febbraio, infatti, l’apertura dello sportello Oplà (orientamento, previdenza, lavoro assistenza), rivolto a chi incorre in patologie oncologiche, raddoppia la presenza nel punto di via Tavanti 3 al 2° piano. Mentre il venerdì si conferma l’apertura per tutto ciò che riguarda la consulenza in materia di diritti contrattuali, di reinserimento nel luogo di lavoro, di consulenza sul contratto di lavoro in materia di malattia, utilizzo dei permessi previsti e altri diritti, da domani sarà giorno di apertura anche il martedì, con la presenza di un operatore del patronato per le pratiche previdenziali, assistenziali e la consulenza su questi temi. L’orario è confermato, per le due giornate, dalle 15 alle 18. Si raccomanda sempre di prendere l’appuntamento per telefono al n. 055-2700417 oppure 347 3369959. Dal giorno della sua inaugurazione, a fine ottobre 2016 ,molte sono le persone che hanno trovato ascolto ai propri problemi allo sportello. “Possiamo certamente affermare che l’esperienza che stiamo maturando in questo nuovo servizio della Cgil di Firenze è indubbiamente positivo. Abbiamo incontrato, ad oggi, più di 50 persone, ciascuna con la propria storia di malattia, ciascuna con i propri problemi e con la voglia indiscussa di trovare soluzioni alle esigenze più impellenti”, spiega Carla Bonora di Cgil Firenze

LE PROBLEMATICHE EMERSE
Sicuramente il primo approccio è quello di avere informazioni sui diritti che possono agire dal momento in cui sono incorsi nella malattia. Alcuni chiedono informazioni sul percorso da intraprendere per il riconoscimento dell’invalidità civile causata dalla malattia, in tal caso noi forniamo le prime indicazioni, l’elenco dei documenti che devono procurarsi e prendiamo loro l’appuntamento con un operatore del patronato che inoltrerà la pratica; altri hanno già fatto le pratiche previdenziali e hanno bisogno di informazioni relative all’esito o a quali diritti possono godere. Altri ancora chiedono delucidazioni, spesso da riportare in azienda per potere affrontare, nel godimento pieno dei propri diritti, il reinserimento contestualmente alle terapie prescritte o subito dopo nel periodo successivo alla convalescenza.

L’IDENTIKIT DI CHI VI SI RIVOLGE
Più di un terzo degli utenti sono arrivati allo sportello attraverso il canale pubblicitario (locandine in ospedale), TV, radio, giornali, anche di quartiere. Un buon numero dal canale sindacale. Circa 1/3 è iscritto al sindacato, ma come da costume Cgil si dà assistenza a tutti coloro che si rivolgono ai servizi Cgil, quindi anche ai non iscritti. La stragrande maggioranza degli utenti sono donne, tuttavia anche gli uomini si avvicinano al nostro servizio. La fascia di età più interessata è tra i 40 e i 60 anni, ma non sono mancati gli under 30 e persino over 70. Quasi tutti sono occupati, pochi disoccupati/e, 2 pensionati. I settori maggiormente interessati sono terziario (ristorazione, commercio servizi) e P.A. tra i quali spicca la sanità. Il fatto che le donne siano la stragrande maggioranza lo si ritiene plausibile per alcuni motivi: A) Settori del mondo del lavoro a prevalenza femminile; B) Maggiore propensione delle donne alla interazione con i servizi sul territorio; C) Grande interazione con Ispo/Cerion che nasce come presidio per tumore al seno, oggi centro riabilitazione con varie patologie oncologiche, quindi a contatto prevalentemente con sesso femminile. L’Azione di sensibilizzazione di Ispo/Cerion va verso il ben-essere post operatorio (varie attività riabilitative, psico-oncologia, logoterapia, riabilitazione motoria, artistica creativa). In questo percorso il recupero sul versante professionale è estremamente valorizzato, da qui la sintonia con Oplà.

LE PROSPETTIVE
“Intanto abbiamo rafforzato la nostra presenza raddoppiando le giornate di apertura dello sportello e abbiamo previsto la presenza di un operatore del patronato in modo tale che l’utente non debba trasferirsi tra le varie sedi della Cgil. Ci piacerebbe pensare che possiamo organizzare una permanenza anche in altri territori della città, magari vicino ai presidi ospedalieri dove c’è un contatto diretto con l’utenza. Sicuramente stiamo lavorando per ottimizzare la prestazione, pensiamo a realizzare una pagina web dedicata, o forse addirittura un’app per il cellulare che faciliti il contatto e consenta in maniera diretta e semplice di prendersi l’appuntamento in una agenda prestabilita”, dice Bonora.
Quindi non ci resta che ricordare che da domani 14 febbraio Oplà è operativo 2 giorni a settimana, il martedì e il venerdi dalle ore 15.00 alle 18.00 nella sede di Via Tavanti 3 (2° piano). Per info e prenotazioni 055 2700417 oppure 347 3369959

  Share: