Terza corsia: operai non pagati, lettera aperta e summit dal Prefetto

Terza corsia dell’A/1, stipendi non pagati: stamani incontro in Prefettura a Firenze

Si è svolto stamani in Prefettura a Firenze un incontro sulla vicenda dei lavoratori della ditta G Costruzioni, impegnati nella realizzazione della terza corsia della A/1, che da novembre scorso non hanno riscosso lo stipendio. L’incontro era stato richiesto al Prefetto dai sindacati e dal sindaco di Barberino del Mugello, dopo che la scorsa settimana due lavoratori erano saliti su una gru nel cantiere della A/1 a Cornocchio (Barberino).
All’appuntamento erano presenti i rappresentanti sindacali di Filca-Cisl, Fillea-Cgil e Feneal-Uil, il sindaco di Barberino Mongatti, i rappresentanti delle ditte G Costruzioni, Pavimental, Costi e di Autostrade.

“Ringraziamo la Prefettura per aver attivato il Tavolo in maniera urgente vista la gravità della situazione -hanno detto al termine Stefano Tesi (Filca), Marco Benati (Fillea) e Gaudenzio Rinaldi (Feneal) – e ringraziamo anche il Sindaco di Barberino di Mugello per la presenza.”

“Nella discussione è emerso che al netto dei rapporti fra Pavimental/Costi/G costruzioni, la normativa prevede la tutela del pagamento diretto dei lavoratori. Autostrade ha richiesto il tempo necessario per valutare la situazione dei crediti dei lavoratori anche per poter intervenire con il pagamento diretto.

E’ stato concordato da tutte le parti la necessità di reincontrarsi in Prefettura il giorno 8 giugno al fine di risolvere definitivamente la questione del pagamento degli stipendi arretrati dei lavoratori G costruzioni.”

Firmato: Fillea Cgil, Femca Cisl, Feneal Uil Firenze

Lettera aperta a Prefetto Questura di Firenze, Sindaco di Barberino di Mugello. FILCA-CISL Firenze, CGIL Firenze, UIL Firenze, CO.ST.I. Consorzio Stabile Infrastrutture, G Costruzioni Srl, Pavimental SpA, Autostrade per l’Italia SpA

Con questo comunicato si vuole richiamare l’attenzione sulla situazione ormai disperata dei lavoratori impiegati per la realizzazione della Terza Corsia Autostrada A1 Barberino del Mugello – Calenzano.

Tale situazione è portata all’esasperazione dai continui rinvii e scambi di responsabilità sui mancati pagamenti degli stipendi e controlli sugli stessi da parte della ditta G Costruzioni, Pavimental e Autostrade per l’Italia, tutte responsabili dell’instabilità venuta a crearsi.

Non è pensabile che si possa arrivare al verificarsi di eventi eclatanti come quello ormai noto a tutti accaduto qualche giorno fa di due operai saliti su una gru i quali solo dopo tale dimostrazione sono stati ascoltati e retribuiti del dovuto.

Ancor più grave e pericoloso sarebbe non prendersi carico delle responsabilità verso i restanti lavoratori, facendo di conseguenza passare il messaggio che solamente tramite estremi gesti seppur deprecabili si ottengano riconosciuti i propri diritti.

I lavoratori delle ditte subappaltatrici ricoprono un ruolo fondamentale nei cantieri per la costruzione di Grandi Opere Pubbliche: la vigilanza, il controllo e la responsabilità sui pagamenti degli stipendi deve essere

criterio fondamentale e reale a tutela dei lavoratori impiegati.

Firmato: alcuni lavoratori di G Costruzioni Srl (Cantiere A1 tratto: Calenzano – Barberino di Mugello; Affidataria: Pavimental Spa; Committente: Autostrade per l’Italia)

  Share: