Cl’a (Montelupo F.no), si lavora per gli incentivi agli operai

Vertenza Cl’a (Montelupo Fiorentino), parti al lavoro per riuscire ad erogare gli incentivi all’esodo agli operai. Oggi incontro in Regione. Bartoli (Fillea Cgil): “Mantenere gli impegni presi”

Vertenza Cl’a (Ex Consorzio Etruria, Montelupo Fiorentino), parti al lavoro per riuscire ad erogare gli incentivi all’esodo ai lavoratori (cifre da 6 a 10mila euro). Stamani all’incontro dell’unità di crisi in regione a Firenze il Commissario liquidatore di Cl’a ha comunicato che formalizzerà istanza al Mise affinché sia possibile erogare gli incentivi all’esodo così come previsti dall’accordo sindacale del 14 maggio sottoscritto tra Cla, Sicrea e Fillea Cgil. Sicrea, presente all’incontro di oggi, ha riconfermato gli impegni presi rendendosi disponibile, su richiesta sindacale, ad anticipare – ricercando le necessarie modalità tecniche – una parte della quota di sua competenza nelle more della risposta del ministero, per dare una boccata di ossigeno a tutti quei lavoratori che ad oggi si trovano nella peggiore condizione di non ricevere nessun sostegno al reddito. Non appena fatte le dovute verifiche le parti si incontreranno per perfezionare un’integrazione all’accordo e renderlo finalmente operativo.
“Dall’ultimo incontro in Regione a oggi, sono stati fatti dei passi avanti affinché sia data piena attuazione agli intenti dell’accordo che aveva l’obiettivo di sostenere i lavoratori che non avevano alternativa occupazionale e integrare la disoccupazione. La strada è quella giusta ma il percorso resta complicato e faremo tutto il possibile. Chiediamo che le parti si adoperino a mantenere gli impegni presi”, dice Giulia Bartoli, segretaria generale Fillea Cgil Toscana.

LE PUNTATE PRECEDENTI

Lo scorso 14 maggio è stato sottoscritto in Regione Toscana l’accordo di mobilità per i 76 lavoratori tra la Fillea Cgil, l’azienda e Sicrea (Società Emiliana che ha affittato un ramo d’azienda di Cl’a). Per i 76 lavoratori Cl’a si apriva la possibilità di riassunzioni o sostegno economico (integrando la Naspi) fino a 10mila euro. Ma fino ad oggi i lavoratori (che non riscuotono da marzo, la maggior parte di loro non ha avuto nemmeno accesso alla Naspi ed essendo in liquidazione non percepiscono neanche il preavviso) hanno visto disatteso l’accordo sulla mobilità e l’incentivo. Inoltre, Sicrea ad oggi ha assunto poco meno di 20 persone di Cl’a, il resto dei lavoratori è a casa.

  Share: