Ristrutturazione Sant’Orsola, per Cgil Firenze “occasione da non perdere”

Indispensabile per la Cgil fiorentina ripensare profondamente la destinazione finale dello storico complesso privilegiando una mix ad uso residenziale – culturale
La CGIL di Firenze valuta positivamente la decisione del Sindaco della città metropolitana di Firenze, Dario Nardella, riguardo il prossimo rifacimento e messa in sicurezza del tetto e delle facciate del complesso di Sant’Orsola in via Guelfa, nel cuore del centro storico Fiorentino.

Allo stesso tempo si rende indispensabile per la Cgil fiorentina ripensare profondamente la destinazione finale dello storico complesso privilegiando una mix ad uso residenziale – culturale attraverso la realizzazione di case ad uso di abitazione principale da destinare all’affitto permanente a canoni sociale e calmierato integrato da un percorso museale che valorizzi gli scavi archeologici lì presenti e la coesione sociale.

In questo modo e con seguendo l’esempio di quanto è avvenuto con la riqualificazione del complesso carcerario delle Murate in Sant’Ambrogio, si otterrebbe il duplice risultato di restituire un pezzo importante del centro storico fiorentino ai suoi cittadini contrastando cosi’ il degrado, il dilagare degli affitti turistici temporanei e rivitalizzando quelle attività commerciali e artigianali, come il Mercato Centrale originariamente destinate a chi vive quotidianamente la città.

Per raggiungere questo obiettivo condividiamo la volontà del Sindaco di coinvolgere nel processo decisionale i cittadini del quartiere, senza dimenticare il contributo delle parti sociali come la Cgil e le altre organizzazioni sindacali che rappresentano migliaia di lavoratori e pensionati.
Giancarla Casini Cgil Firenze

  Share: