Scritte fasciste a Empoli, la condanna di Cgil Firenze

Scritte neofasciste a Empoli, la Cgil Firenze: “Non sottovalutare. Radici antifasciste elemento irrinunciabile di libertà e speranza”

Ancora scritte e simboli fascisti a Empoli. A pochi giorni dall’attacco vandalico che ha distrutto la lapide che ricorda l’eccidio nazifascista al Padule del Fucecchio, scritte inneggianti a Hitler sono apparse nel parco vicino alla Casa del Popolo di Brusciana.
Non si deve sottovalutare l’ennesimo rigurgito neofascista e razzista visto a Empoli e nel suocircondario. La CGIL è al fianco di tutte le forze democratiche e ricorda come i lavoratori siano da sempre le vittime dei movimenti fascisti. I problemi del Paese non sono le presenze di stranieri, mail lavoro che manca, l’assenza di diritti e i bassi salari, l’indebolimento del servizi pubblici ormai incapaci di rispondere aibisogni della gente.
La CGIL è impegnata su tutti questi fronti per migliorare le condizioni di vita dei lavoratori e delle lavoratrici e le radici antifasciste sono un elemento irrinunciabile di speranza e libertà.

Firmato: Cgil Firenze

  Share: