Referendum accordi Bekaert e Laika, stravincono i sì: Fiom Firenze soddisfatta

Fiom Cgil Firenze: Bekaert, accordo promosso con il 94% dei consensi. Calosi, “ora a testa bassa sulla reindustrializzazione”
280 sì, 17 no e una scheda bianca. Così i lavoratori Bekaert hanno accolto e confermato l’accordo siglato al Ministero dello Sviluppo Economico lo scorso 2 ottobre per la gestione della chiusura dello stabilimento di Figline Valdarno e l’avvio del percorso di reindustrializzazione.
Per Daniele Calosi, Segretario generale della Fiom Cgil di Firenze “Un risultato stupendo che dimostra la compattezza dei lavoratori sulle posizioni del sindacato. Il consenso si esprime con il voto e i lavoratori ci hanno confermato la fiducia con il 94% di sì.
Da subito cominceremo a lavorare per trovare una soluzione che dia continuità produttiva allo stabilimento e per mantenere l’occupazione sul territorio. Lo faremo con con il massimo impegno e la determinazione che ci ha portato sino a qui. Grazie a tutti i lavoratori!”

Fiom Cgil Firenze: Laika, il 98,5% dei lavoratori favorevole all’accordo sulle stabilizzazioni. Iuri Campofiloni, una grande soddisfazione
Stabilizzazione di 85 dei 125 interinali che ad agosto non erano stati riconfermati e possibilità per i 40 che hanno già lavorato in Laika Caravans Spa di essere reinseriti prioritariamente nel periodo della stagionalità (6 mesi tra gennaio e giugno 2019).
Sono questi i punti salienti dell’accordo su cui si sono espressi i 213 lavoratori della storica azienda produttrice di camper, promuovendo ieri l’intesa con 210 sì, pari al 98,5%.
Degli 85 lavoratori, 6 saranno inseriti subito a tempo indeterminato, individuati in base all’anzianità di servizio, 30 saranno stabilizzati dal primo febbraio prossimo, scelti secondo esigenze tecnico produttive e, a seguire, sulla base di criteri di anzianità di servizio in Laika e dei carichi familiari.
49 avranno un contratto a tempo determinato fino al 30/9/2019 e, se le condizioni riguardo la produzione e il valore dei veicoli restano quelle attuali, a settembre sarà convocato un incontro per valutare ulteriori stabilizzazioni.
“Una grande soddisfazione. – commenta Iuri Campofiloni della Fiom Di Firenze – Dopo un lungo braccio di ferro con la dirigenza siamo riusciti a delineare un accordo che mira a garantire tutti coloro che hanno già prestato le loro professionalità in Laika per non disperdere queste capacità e dare una prospettiva di lavoro concreta alle persone. Il merito è della Rsu e di tutti i lavoratori”.
Per il Segretario Generale della Fiom fiorentina Daniele Calosi “Come per la Bekaert e la Signorini, l’accordo dimostra quanto sia importante la contrattazione: a seguito della pubblicazione del Decreto dignità e alla conseguente limitazione a riconfermare tutti i contratti a termine e i somministrati, dal confronto con l’azienda siamo usciti con un percorso di stabilizzazioni che porteranno maggiore sicurezza sia ai lavoratori che all’attività produttiva.”

  Share: