Legge di bilancio, Cgil Firenze all’Attivo di Prato

La Legge di bilancio predisposta dal Governo dev’essere modificata. Cgil, Cisl e Uil non si limitano alla critica ma avanzano proposte, a partire da un documento predisposto dalle segreterie nazionali che indica priorità chiare: investire in sviluppo per creare lavoro; proteggere il lavoro (con ammortizzatori sociali ma anche con politiche attive); no ai condoni agli evasori e no flat-tax, sì alla riduzione delle tasse ai lavoratori e ai pensionati; lotta all’evasione fiscale; un progetto di sviluppo per il Mezzogiorno che parta dal lavoro; sulle pensioni soluzioni per giovani, donne, gravosi e flessibilità in uscita; su sanità, povertà e politiche sociali, garantire i diritti primari.
Proposte arricchite e discusse con i lavoratori, le lavoratrici, le pensionate e i pensionati in tante assemblee nei luoghi di lavoro e negli attivi unitari in tutti i territori. In Toscana di questi temi si è discusso anche all’interno di tre attivi unitari promossi da Cgil, Cisl e Uil, oggi in tre città toscane (Arezzo, Pontedera, Prato). La Cgil Firenze era presente all’Attivo di Prato.

  Share: