Engineering, nuovo sciopero e presidio a Firenze

Lavoratori Engineering di nuovo in sciopero e presidio per riportare l’azienda al tavolo negoziale per il rinnovo del contratto integrativo aziendale

Il fatturato di Engineering è in crescita, ma l’azienda non intende riconoscere alcun beneficio ai lavoratori che oggi hanno fatto sciopero per 2 ore con presidio sotto le sedi del gruppo (a Firenze in Via Torre degli Agli angolo Via Carlo Magno).
Riportare l’azienda al tavolo negoziale per il rinnovo del contratto integrativo aziendale, con la disponibilità a riconoscere anche ai lavoratori benefici di cui ad oggi godono solo gli azionisti e non coloro che permettono a questa società di primeggiare sul mercato nazionale e su quello internazionale: per questo sono tornati a scioperare i lavoratori dell’azienda del settore Information Technology (10 mila occupati in Italia, 600 dei quali a Firenze nelle due sedi di via Torre degli Agli e via delle Porte Nuove). Da mesi sono in stato di agitazione e con quelle oggi salgono a 12 le ore di sciopero effettuate da settembre 2018. Altre 2 sono state proclamate dal Coordinamento nazionale delle RSU per il 29 gennaio mentre nel mese di febbraio, se l’azienda non si renderà disponibile a discutere delle esigenze dei dipendenti, è previsto lo sciopero della reperibilità.

Firmato: Fim Cisl e Fiom Cgil Firenze

  Share: