Effetti di Quota cento, appello Fp Cgil Firenze agli enti locali

Effetti di Quota 100, la richiesta di Fp Cgil Firenze: “Modificare i piani del fabbisogno di personale e bandire presto concorsi”

Una riduzione di personale negli Enti locali della Toscana che potrebbe aggirarsi sulle 1.200 unità (200 a Firenze): è questa una prima stima fatta da Anci Toscana sugli effetti di Quota cento. Il commento di Alessandro Giorgetti, segretario generale Fp Cgil Firenze: “Nel pubblico la finestra per il pensionamento quota 100 si aprirà dal 1’ agosto e comunque con sei mesi dalla maturazione del diritto a pensione. Un tempo che non necessità di nessuna norma transitoria per trattenere i lavoratori in servizio ma bensì un impegno da parte dei comuni per bandire i concorsi. Il decreto su quota 100 prevede già un’uscita differenziata per i lavoratori pubblici con una norma punitiva per la riscossione della liquidazione (trattamento di fine servizio) che, salvo intervento delle banche, verrà erogata dopo il diritto alla pensione per vecchiaia. Come FP CGIL di Firenze chiediamo di modificare i piani di fabbisogno di personale in modo celere e provvedere a bandire i concorsi al più presto anche in modo associato o individuando capofila per specifici profili”.

  Share: