Voto Rsu Unicoop Firenze, la Filcams Cgil si conferma primo sindacato

Elezioni Rsu Unicoop Firenze, la Filcams Cgil si conferma primo sindacato con il 73% dei voti e il 77,6% dei delegati eletti. Bernardini (Filcams Cgil Toscana): “Coerenza di comportamenti e di valori, contrattazione per la difesa e la tutela dei diritti, rappresentanza per includere tutte le lavoratrici e i lavoratori, sono queste le parole d’ordine che abbiamo perseguito e perseguiremo a partire dal prossimo rinnovo del contratto integrativo”

Si sono tenute l’11 e il 12 aprile le elezioni per il rinnovo delle RSU in Unicoop Firenze, ma solo di questi ultimi giorni l’ufficializzazione delle nomine; un voto importante perché riguarda l’impresa privata più grande della Toscana.
Hanno votato 5.750 dipendenti pari al 78,5% degli aventi diritto, dato in crescita rispetto alle precedenti elezioni del 2016.
Alla Filcams Cgil sono andati oltre 4.000 voti pari al 73% del totale, risultato che la conferma di gran lunga il primo sindacato, con Fisascat Cisl al 7,3%, Uiltucs Uil al 12,7% e l’Usb al 7%.
“I dati delle elezioni ci fanno dire che è stato uno straordinario esercizio di democrazia e partecipazione, tutt’altro che scontato, a dimostrazione che quando i lavoratori si sentono coinvolti e possono esprimersi e scegliere il sindacato e le persone che lo rappresentano lo fa con convinzione”, così Cinzia Bernardini, Segretaria della Filcams Cgil Toscana che aggiunge:
“Rispetto ai voti ottenuti, dei 179 delegati da eleggere ben 139 vanno alla Filcams, 10 alla Fisascat, 22 alla Uiltucs e 8 a Usb. Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto, i lavoratori e gli iscritti hanno riconosciuto e premiato il lavoro e la serietà di Filcams Cgil e dei nostri candidati.
Coerenza di comportamenti e di valori, contrattazione per la difesa e la tutela dei diritti, rappresentanza per includere tutte le lavoratrici e i lavoratori, sono queste le parole d’ordine che abbiamo perseguito e perseguiremo a partire dal prossimo rinnovo del Contratto Integrativo”.
“Ora però, conclude Bernardini, lasciatemi ringraziare tutti i nostri 209 candidati che si sono messi in gioco, si sono impegnati e ci hanno messo la faccia, e soprattutto i lavoratori per la fiducia e il sostegno che ci hanno dato, che ci riempie di soddisfazione e ci carica di responsabilità che collettivamente ci assumeremo con l’orgoglio di far parte di un grande Sindacato”.

  Share: