Sciopero e presidio all’International School a Firenze

Primo sciopero nella storia dei lavoratori dell’International School of Florence, la prestigiosa scuola privata situata sulle colline di Piazzale Michelangelo fin dagli anni ‘50. Lo sciopero è stato indetto per protestare contro l’atteggiamento dell’azienda che ha preso di mira il rappresentante sindacale della FLC CGIL Firenze, utilizzando lo strumento dei provvedimenti disciplinari

Da alcuni giorni uno dei componenti Cgil della Rsa dell’International School of Florence di Firenze è sospeso dal servizio a seguito dell’apertura di un provvedimento disciplinare, a nostro parere immotivato, che potrebbe portare al suo licenziamento.
A Roberto Clausi, direttore atletico dell’Istituto, in forza alla scuola da 16 anni, con un curriculum immacolato e ottimi rapporti con genitori e studenti, vengono contestati comportamenti lesivi della dignità degli studenti. Tre episodi in un arco di tempo molto breve che, curiosamente, non hanno dissuaso l’istituto dall’affidargli la custodia degli studenti in gita all’estero.
Questa accusa segue un tentativo avvenuto l’anno passato di attribuirgli il sabotaggio del riscaldamento della mensa, accusa poi caduta per l’evidente inesistenza di prove a carico del docente.
Il provvedimento disciplinare arriva con eccezionale tempismo dopo un duro scontro avuto con la direzione delle scuola per fermare il tentativo di allungare ancora l’orario di permanenza in istituto dei docenti, tentativo che si ripete ormai tutti gli anni e che ogni anno regala all’istituto ore di lavoro extra.
Per questo i lavoratori di International School of Florence hanno scioperato oggi, presidiando in mattinata con la Flc Cgil l’ingresso della sede di Viuzzo di Gattaia 9.

  Share: