Integrazione, accoglienza, lavoro: il modello San Casciano

DIRITTI, LAVORO, INTEGRAZIONE
Buone prassi di accoglienza e di inclusione lavorativa
Venerdì 20 settembre h. 10.00 Auditorium ChiantiBanca, piazza Arti e Mestieri 1, San Casciano in Val di Pesa

L’iniziativa, promossa dal Comune di San Casciano in Val di Pesa, Oxfam Italia e dal Sistema Centrale SIPROIMI, è stata un’occasione di confronto sul sistema dell’accoglienza e dell’integrazione lavorativa di cittadini stranieri e in particolar modo di richiedenti asilo/rifugiati nel tessuto economico e sociale del nostro paese. In particolare sono stati approfonditi esempi e buone pratiche di inclusione sociale, con un’attenzione particolare agli strumenti e alle azioni necessarie per favorire un’economia di relazione reciproca e non di sfruttamento.

Programma
ore 9.30 Registrazione dei partecipanti
ore 10.00 Apertura dei lavori con Roberto Ciappi, Sindaco del Comune di San Casciano in Val di Pesa
ore 10.15 – 12.30 Tavola Rotonda
– L’avanzamento legislativo per prevenire lo sfruttamento e promuovere filiere etiche / On. Susanna Cenni – Vice Presidente Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati
– Il ruolo degli Enti Locali nel contrasto al lavoro nero in ambito agricolo-forestale / Marina Lauri – Responsabile settore agricoltura e forestazione Anci Toscana
– La nuova legge contro il caporalato della Regione Lazio / Alessandro Capriccioli – consigliere regionale Regione Lazio
– Sfruttamento del lavoro e caporalato nell’agricoltura toscana / Simona Lelli – Segreteria CGIL FLAI Toscana
– L’esperienza del centro di ricerca interuniversitario Altro Diritto / Prof. Emilio Santoro – Altro Diritto
– Integrazioni lavorative e appalti “genuini” in Agricoltura” – L’esperienza Antinori / Bernardo Del Lugo – Responsabile Risorse Umane Marchesi Antinori
– Testimonianze di richiedenti asilo/rifugiati del progetto SIPROIMI di San Casciano

ore 13.00 Conclusioni
Ha moderato Giorgia Ceccarelli – Oxfam Italiatruyryuuity

GUARDA IL VIDEO

  Share: