Vivibilità a Greve in Chianti, il dossier Spi Cgil sulle criticità

Greve in Chianti, lo Spi Cgil elabora un dossier sulle criticità su sociale, mobilità, qualità della vita, ambiente: appello di confronto all’Amministrazione comunale

SCARICA IL DOSSIER

Greve non è solo un importante pezzo del territorio del Chianti fiorentino che contribuisce alla sua bellezza paesaggistica. Greve porta con sé anche alcune criticità che riguardano il sociale, la mobilità delle persone, il benessere, la qualità della vita e la sostenibilità ambientale e non solo. Lo Spi Cgil di Greve ha raccolto in un accurato e dettagliato rapporto territoriale, corredato di numerose fotografie (strade, siti, giardini, marciapiedi, fossi, fermate del bus), tali criticità, frazione per frazione: il dossier (“Rapporto sul territorio”) è stato presentato oggi presso la sede del sindacato a Strada in Chianti, alla presenza di Laura Scalia (coordinatrice Cgil Chianti Fiorentino). “Questo materiale fotografico e testuale vuole mettere in risalto le criticità del nostro territorio che creano disagi alla cittadinanza, in particolare alle persone anziane e soprattutto alle persone che hanno problemi di deambulazione – dice lo Spi Cgil nel rapporto -. Vogliamo che sia uno strumento di pungolo e incentivo all’Amministrazione nei tavoli di confronto istituiti con l’accordo sindacale di febbraio 2019 e già aperti. Abbiamo messo in evidenza, nel rapporto, anche i problemi inerenti il trasporto pubblico”. E proprio sulla mobilità lo Spi Cgil spiega: “Il problema maggiore che abbiamo nel territorio del Chianti sono le piccole frazioni, dove vivono principalmente pensionati, che hanno minori servizi pubblici. La Cgil e lo Spi nei giorni scorsi hanno incontrato l’Amministrazione, c’è disponibilità al confronto sulle tematiche evidenziate, ora si tratta di agire”. “È spesso quando si va in pensione – sono parole di Laura Scalia – che si vanno ad incontrare molte criticità che fino a quel momento non avevi considerato. Questo strumento lo abbiamo consegnato all’amministrazione comunale nei giorni scorsi, che si è detta disponibile al confronto”. “Noi – conclude – ovviamente chiediamo di agire per risolvere almeno una parte delle problematiche evidenziate. Se non affrontate e risolte possono anche limitate l’acceso ai servizi messi a disposizione. Situazioni che compromettono il benessere e la qualità della vita”.

  Share: