Coronavirus, sciopero alla Atop per la salute

“Con l’emergenza coronavirus ci sono rischi sanitari elevati: per questo io mi fermo, la salute sta al primo posto”: Germano è uno degli operai che ieri ha scioperato alla Atop di Barberino val d’Elsa (Firenze), ditta di 240 addetti che produce macchine per la realizzazione di motori elettrici e che ha chiesto una deroga al prefetto per non chiudere.
“La Atop non realizza certo beni essenziali e per questo abbiamo proclamato una giornata di sciopero. Prima la sicurezza dei lavoratori, poi le questioni produttive”, dice a ToscanaLavoro Antonio Puoti di Fiom Firenze.

GUARDA IL VIDEO

  Share: