Piazza virtuale, le marginalità al tempo del Covid19 (di E.Santoro)

Per Piazza virtuale abbiamo chiesto a Emilio Santoro (professore ordinario in Filosofia del diritto all’Università di Firenze) il suo punto di vista rispetto alle tante marginalità sociali che sono sicuramente le più colpite in una fase emergenziale come quella attuale e che rischiano di essere le persone su cui più duramente si abbatteranno le difficoltà economiche.
Scrive Santoro: “Come sempre quando aumenta la povertà aumenta lo sfruttamento, i datori di lavoro diranno che non hanno soldi per pagare i salari e le persone saranno così disperate di accettare qualsiasi retribuzione. Però tutta la tracciabilità che stiamo mettendo a punto per combattere il contagio potrebbe essere usata anche per combattere lo sfruttamento. E’ una grande occasione. La prima cosa che si dovrebbe fare è escludere dai sussidi quelle aziende agricole che non comunicano in anticipo all’INPS i lavoranti che giornalmente impiegano. Esiste già la normativa che lo prevede, ma da due anni rinviamo la sua entrata in vigore”.

SCARICA L’INTERVENTO