Edison Giocattoli (Mugello) in liquidazione, mobilitazione dei lavoratori

Edison Giocattoli messa in liquidazione, oggi presidio di protesta di lavoratori, Femca Cisl e Filctem Cgil davanti alla ditta a Barberino del Mugello

Vertenza Edison Giocattoli (Barberino del Mugello): pochi giorni fa, in maniera improvvisa e non preannunciata, l’azienda (che conta 28 occupati) è stata messa in liquidazione. “Ancora una volta la crisi aziendale e l’inerzia della proprietà finiscono sempre nel ricadere sulla pelle delle persone che per vivere devono lavorare, e questo è inaccettabile”, dicono Femca Cisl e Filctem Cgil. Oggi s’è svolto un presidio di protesta dei lavoratori di fronte alla ditta a Barberino del Mugello.

Lavoro:Edison Giocattoli;Cgil e Cisl, tra soluzioni una coop. Società in liquidazione, scatta protesta a Barberino di Mugello

(ANSA) – BARBERINO DI MUGELLO (FIRENZE) – Arriverà nei prossimi giorni al tavolo di crisi della Regione Toscana la situazione della Edison Giocattoli di Barberino del Mugello, messa in liquidazione: è quanto riferiscono Filctem-Cgil e Femca-Cisl, che con i 28 dipendenti della storica fabbrica di giocattoli, in ritardo di alcuni mesi di stipendio, hanno dato vita oggi a un presidio davanti ai cancelli dello stabilimento. All’iniziativa ha partecipato anche il sindaco di Barberino di Mugello, Giampiero Mongatti. I sindacati hanno chiesto un incontro al liquidatore Carlo Micchi. “Abbiamo studiato la possibilità di istituire una cooperativa, e c’era la preadesione di molti lavoratori”, dice Luciano Sacchetti (Femca-Cisl). “Se c’è qualcuno interessato al marchio – spiega Alessandro Lippi (Filctem-Cgil) – senza depredare il territorio, e ha bisogno di trovare chi lo fa funzionare, fra le maestranze c’è chi può essere interessato a creare una cooperativa e continuare l’attività”. La messa in liquidazione, secondo quanto si apprende, sarebbe propedeutica a un riassetto societario: attualmente sono soci al 50% la famiglia Fontani e l’azienda tedesca Heinrich Bauer. (ANSA).

  Share: