Sanatoria immigrati, attivo lo sportello Cgil Firenze

A partire da lunedì 8 giugno è attivo lo sportello per la cosiddetta “sanatoria” per stranieri presso la Cgil di Firenze. Considerato il periodo che prevede accessi contingentati alle strutture per garantire il distanziamento ed evitare assembramenti, è opportuno lavorare le pratiche il più possibile tramite mail (sanatoria2020@firenze.tosc.cgil.it; lavoro agricolo numero verde 800171100 lunedì-venerdì h 10-16:30, lavoro domestico e di cura numero verde 3457304460 lunedì-mercoledì h 14-17 e martedì-giovedì h 10-13)

Lo sportello si rivolge a:

1) TUTTI i lavoratori extracomunitari con un permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre 2019 e che hanno lavorato nei settori oggetto della regolarizzazione;
2) I DATORI DI LAVORO (solo nel caso di singoli o famiglie) che intendono assumere un cittadino extracomunitario presente in Italia prima dell’8 marzo, ovvero regolarizzare un rapporto di lavoro in corso solo nel caso coinvolga un cittadino extracomunitario presente in Italia prima dell’8 marzo, nei seguenti settori: assistenza alla persona per se stessi o per componenti della propria famiglia, ancorche’ non conviventi, affetti da patologie o handicap che ne limitino l’autosufficienza; lavoro domestico di sostegno al bisogno familiare.
In questo caso la domanda deve essere fatta dal datore di lavoro.

Prima di contattarci vi invitiamo a verificare che ci siano i requisiti stabiliti dalla Legge e che siate in possesso dei documenti che servono a dimostrarli.

La “sanatoria” riguarda solo i settori:
a) agricoltura, allevamento e zootecnia, pesca e acquacoltura e attivita’ connesse;
b) assistenza alla persona per se stessi o per componenti della propria famiglia, ancorche’ non conviventi, affetti da patologie o handicap che ne limitino l’autosufficienza;
c) lavoro domestico di sostegno al bisogno familiare.

In tutti gli altri casi (edilizia, tessile, etc.) non è possibile chiedere la regolarizzazione

SCARICA IL VOLANTINO

SCARICA I REQUISITI


 

  Share: