Liberazione: Anpi Firenze, democrazia è antifascista o non è

“La democrazia o è antifascista o non è”. Lo ha affermato Vania Bagni, presidente di Anpi Firenze, intervenendo alle celebrazioni per la Liberazione della città, avvenuta l’11 agosto 1944. “Oggi una nuova forma di fascismo si sta creando, la Resistenza non è finita, e come ha detto il presidente Mattarella è sempre tempo di resistenza ogni volta che c’è chi si pone dalla parte dell’odio e della vendetta”. Secondo Bagni “nel nostro paese è mancato un processo di completa democratizzazione: lo testimoniano i fatti di Piazza della Loggia, di Piazza Fontana, della stazione di Bologna, di Genova 2001. Lo raccontano l’occupazione di palazzi da parte di Casapound, le manifestazioni in ricordo del Duce, i proclami contro gli immigrati le parole inascoltabili contro i bambini rom”. Oggi, ha osservato la presidente di Anpi Firenze, “si sente dire che il termine ‘antifascista’ è divisivo, e alcuni preferiscono sostituirlo con ‘democratico’, che sembra un termine più neutro. Credo che ‘antifascista’ e ‘democratico’ siano strettamente correlati fra loro, perché portano con sé gli stessi valori, gli stessi ideali di libertà, uguaglianza, e garanzia dei diritti”. (ANSA).

  Share: