Le proposte di Cgil-Cisl-Uil e Confindustria Firenze ai candidati alla Regione

Elezioni regionali: Confindustria, Cgil, Cisl, Uil di Firenze hanno presentato il documento condiviso di analisi e proposte per la Città Metropolitana Fiorentina, rivolto ai candidati alla presidenza della Regione Toscana e i candidati ai collegi fiorentini al Consiglio Regionale. Oggi in conferenza stampa a Firenze in Palazzo Medici Riccardi ne hanno parlato:
Paola Galgani, Segretario Generale Cgil Firenze; Roberto Pistonina, Segretario Generale Cisl Firenze-Prato; Paolo Sorrentino, vicepresidente Confindustria Firenze; Triestina Maiolo, Segreteria Uil Toscana. Era presente anche Maurizio Bigazzi, presidente di Confindustria Firenze.

SCARICA IL DOCUMENTO

COSI’ IN ANSA

Regionali: da industriali e sindacati richieste a candidati. Investimenti, lavoro e infrastrutture priorità per area Firenze

Attirare nuovi investimenti produttivi contro l’ulteriore avanzata della rendita, garantire lavoro di qualità contro l’economia illegale e lo sfruttamento, investire in infrastrutture sia per collegare i territori che per connettere le imprese: queste le tre principali richieste che riguardano la Città metropolitana di Firenze avanzate da Confindustria, Cgil, Cisl e Uil di Firenze ai candidati alla presidenza della Regione Toscana. Le parti sociali fiorentine, è stato spiegato oggi in conferenza stampa, hanno redatto un documento condiviso indicando un’agenda di priorità sulla quale, si legge nel testo, “chiediamo l’istituzione di un tavolo permanente di lavoro e di partnership” che abbia “il compito di co-progettazione ma anche di monitoraggio e rendicontazione delle azioni da portare avanti, a partire dal progetto del recovery fund”. Per Paolo Sorrentino, vicepresidente Confindustria Firenze, “è un accordo storico, sul nostro territorio non è mai accaduto che le parti sociali congiuntamente presentassero ai candidati un piano operativo su cui lavorare dal primo giorno. E’ un messaggio molto forte, incalzante che si rivolge a tutti. Questo documento – ha aggiunto – è un primo atto di un tavolo operativo che abbiamo costituito con le organizzazioni sindacali perché vogliamo continuare a monitorare il territorio e a vedere se troviamo condivisione anche su altri temi”. Paola Galgani, segretario Cgil Firenze, ha parlato di un “documento che si articola su tre linee che riteniamo possano essere quelle su cui sfidare l’azione del governo della Regione. In quanto organizzazione di rappresentanza riteniamo che ci siano delle questioni che per noi sono prioritarie, ma chiediamo anche di avere un’idea, una visione e anche da questo punto di vista è chiaro che c’è la necessità di alcuni cambiamenti a partire dagli investimenti”.

  Share: