Patto per il buon lavoro, a Sesto Fiorentino aggiornato il Protocollo 2018

Patto per il buon lavoro, firmato oggi a Sesto Fiorentino tra Comune e sindacati l’addendum al protocollo del 2018

È stato sottoscritto questa mattina presso il Palazzo comunale il primo addendum al “Patto del Buon Lavoro” tra Comune di Sesto Fiorentino e sindacati in materia di appalti. Alla firma hanno preso parte il sindaco, l’assessore al personale, Bernardo Marasco e Carla Bonora per la CGIL e Fabio Franchi della CISL; tra i firmatari anche la UIL oggi non presente.
Il documento aggiorna, alla luce dell’esperienza maturata in quasi due anni e delle novità normative, il “Patto” firmato il 4 dicembre 2018 con il quale Amministrazione comunale e CGIL, CISL e UIL si erano poste l’obiettivo di tutelare il lavoro in appalto, migliorandone la qualità e garantendone la continuità, inserendo elementi premiali per le aziende virtuose e ulteriori criteri a cui gli aggiudicatari devono attenersi.
Il documento firmato oggi, redatto alla luce dell’attività di monitoraggio svolta fino ad oggi, rafforza l’effettività della clausola sociale, ribadisce l’obbligo in capo alle aziende di esplicitare quale contratto collettivo nazionale sia applicato ai propri lavoratori, estende a tutte le gare le procedure di “cantiere trasparente” previste dalla legge regionale per quelle oltre i due milioni di euro e rafforza i controlli sui subappalti.
Per l’Amministrazione comunale si tratta di un passo in avanti fondamentale lungo il percorso intrapreso del 2018, volto a valorizzare, tutelare e promuovere la buona occupazione anche negli appalti che troppo spesso presentano elementi di criticità a danno dei lavoratori, dell’Amministrazioni appaltanti e, quindi, di tutti i cittadini.

  Share: