Rifle, presidio di protesta di lavoratori e sindacati a Barberino di Mugello

Stamani presidio Filctem Cgil-Femca Cisl davanti alla ditta Rifle in Via Matteotti a Barberino di Mugello. Un presidio di protesta per il fallimento dell’azienda, per richiedere l’interessamento alla vertenza di tutte le istituzioni e la solidarietà dei cittadini di Barberino.

COSI’ IN ANSA

Filctem-Cgil e Femca-Cisl hanno chiesto alla Regione Toscana di aprire un tavolo tecnico sulla crisi della storica azienda di jeans Rifle di Barberino di Mugello (Firenze) di cui il tribunale di Firenze ha dichiarato il fallimento la settimana scorsa. I sindacati hanno dato vita stamani a una iniziativa davanti alla fabbrica, per richiedere l’interessamento alla vertenza di tutte le istituzioni e la solidarietà dei cittadini di Barberino. “Chiederemo al curatore – ha affermato Alessandro Lippi (Filctem-Cgil) – di operare nell’interesse della procedura fallimentare, ma considerando anche l’importanza sociale della vicenda: chiederemo di trovare una soluzione per avere la Cassa integrazione straordinaria, e in quel tempo speriamo che ci possa essere qualcuno interessato ad acquisire un marchio che ha rappresentato l’Italia nel mondo”. (ANSA).

GUARDA E ASCOLTA IL PUNTO DI ALESSANDRO LIPPI DI FILCTEM CGIL

IL SERVIZIO DE LA NAZIONE

  Share: