Tre operai feriti sul lavoro, la Fillea Firenze: “Servono più controlli”

Infortuni sul lavoro, tre operai coinvolti oggi a Firenze e in un cantiere a Castelfiorentino. “Giornata terrificante, nei cantieri troppo spesso si lavora in condizioni gravi. Diciamo ad aziende, istituzioni ed enti preposti: servono più responsabilità e più controlli”, dichiara Marco Carletti di Fillea Cgil Firenze

Giornata terrificante per gli infortuni sul lavoro: i due gravi incidenti avvenuti oggi – uno a Firenze in viale Giannotti, uno in un cantiere edile a Castelfiorentino in località Praticelli -, che vedono coinvolti 3 operai, ci raccontano di una grave condizione che si vive in certi luoghi di lavoro. Nei cantieri edili sempre più spesso, a causa delle esternalizzazioni di fasi produttive e per un uso indiscriminato del sub appalto senza nessuna regola o remora morale, siamo costretti a parlare di ossa rotte e di infortuni gravi o mortali, subìti da coloro che la mattina escono per guadagnarsi un pezzo di pane. La grave situazione del momento con la pandemia non può giustificare in nessun modo mancanze di controlli e verifiche da parte degli enti preposti. Come sindacato siamo tutti i giorni nei cantieri e sempre più troviamo aziende che non rispettano le più elementari norme di sicurezza, neanche per contrastare il contagio da Covid-19. Grave è la situazione in Valdelsa, dove l’infortunio di oggi è il terzo nell’anno e sempre per caduta dall’alto. Chiamiamo le istituzioni, le aziende e gli enti preposti ad assumersi la responsabilità di avviare immediatamente una fase di verifica a tappeto delle condizioni di lavoro presenti nei cantieri.

Firmato: Marco Carletti, segretario generale Fillea Cgil Firenze

  Share: