Polizia municipale Firenze: il Comune fa slittare l’incontro coi sindacati, disappunto Rsu

Il Comune di Firenze fa slittare il tentativo di conciliazione in Prefettura coi sindacati sulle questioni della polizia municipale, il disappunto di Mauro Comi (Fp Cgil, coordinatore Rsu): “Non si può più aspettare. Vogliamo risposte perché vogliamo lavorare in sicurezza”

Il Comune di Firenze fa rimandare, all’ultimo momento, il tentativo di conciliazione in Prefettura con i sindacati previsto per questa mattina (la riunione è aggiornata a martedì prossimo). L’incontro di oggi era molto importante perché si doveva discutere di varie questioni impellenti sulla polizia municipale.
Quando è scoppiata la pandemia la Polizia municipale era come sempre sul territorio… e mancavano le mascherine.
Da maggio che non vengono fatti screening sulla situazione epidemiologica della Polizia municipale. Anche stasera (nella stretta anti movida) la Polizia municipale sarà accanto alla Polizia di Stato e alla Guardia di Finanza per fare rispettare le ordinanze, ma non avrà lo stesso trattamento economico (mancate retribuzioni di indennità spettanti).
Da cinque anni il Comune deve risolvere un grave problema di salute e sicurezza per i servizi notturni della Polizia municipale, e lo fa peggiorando la situazione con una nuova organizzazione del servizio comunicata la vigilia di Natale e interrompendo bruscamente il tavolo di confronto avviato con i sindacati.
Infine, i vaccini: li faremo assieme alle forze dell’ordine o dovremo aspettare di essere over 65?
No, non si può più aspettare. Vogliamo risposte perché vogliamo lavorare in sicurezza.

Firmato: Mauro Comi (Fp Cgil) coordinatore Rsu del Comune di Firenze

  Share: