Rider, il 26 marzo sciopero delle consegne e presidio a Firenze

Rider, domani venerdì 26 marzo è sciopero delle consegne, per migliorare le condizioni di lavoro: presidio a Firenze in piazza Signoria alle 12 con Nidil Cgil, previsti interventi delle istituzioni

Per domani venerdì 26 marzo la rete nazionale “riderxidiritti” ha promosso il “No Delivery Day”, una nuova mobilitazione dei ciclofattorini del food delivery per protestare contro il contratto Assodelivery-Ugl, che in questi mesi ha peggiorato ulteriormente le condizioni dei rider, e contro la scelta delle società aderenti ad Assodelivery (Glovo, Deliveroo, Uber Eats) di non adempiere alla disposizione della Procura della Repubblica di Milano, che prevede l’assunzione dei fattorini e l’applicazione delle tutele previste dai contratti nazionali di settore (differentemente da Just Eat che conferma invece l’intenzione di assumere i fattorini).

A Firenze la mobilitazione è promossa da Nidil Cgil, che chiede migliori condizioni di lavoro per i rider: dopo una biciclettata dei ciclofattorini tra le vie del centro, ci sarà un presidio alle 12 in piazza della Signoria. Al presidio è previsto l’intervento di esponenti delle istituzioni e in particolare della Giunta del Comune di Firenze.

Nella giornata, la protesta punta a bloccare le consegne con lo sciopero dei rider e con l’adesione dei consumatori a cui chiediamo di non ordinare dalle società Glovo, Deliveroo e Uber Eats.

  Share: