Stop Consulta a mense scolastiche Km0, la Filcams: “Tornare a gestione pubblica”

Stop della Consulta alla normativa toscana sulle mense scolastiche a Km zero, Magi (Filcams Cgil Firenze): “Lo sviluppo del territorio con filiere corte e di prossimità, la qualità del servizio e quella del lavoro potranno essere più efficacemente concretizzate attraverso un rinnovato sistema di gestione pubblico delle mense scolastiche come ben dimostrano i modelli di questo tipo presenti anche nella nostra provincia”

Una recente sentenza della Corte Costituzionale, accogliendo un ricorso presentato dalla presidenza del Consiglio dei ministri, ha giudicato illegittimi gli articoli 2, 3 e 4 della normativa della Regione Toscana, approvata da Consiglio regionale nel 2019, che incentiva l’introduzione dei prodotti a chilometri zero nelle mense scolastiche. Questa la posizione di Maurizio Magi di Filcams Cgil Firenze: “Sosteniamo da tempo che nelle mense scolastiche occorra portare avanti una politica di qualità del cibo anche con prodotti di filiera corta che sostengano anche i tanti piccoli produttori della nostra regione. Il pronunciamento della Corte costituzionale in merito alla legge regionale che si proponeva questi obiettivi non mette assolutamente in discussione la possibilità di perseguirli e di realizzarli, piuttosto entra nel merito di come farlo. E a nostro parere lo sviluppo del territorio con filiere corte e di prossimità, la qualità del servizio e quella del lavoro potranno essere più efficacemente concretizzate attraverso un rinnovato sistema di gestione pubblico delle mense scolastiche come ben dimostrano i modelli di questo tipo presenti anche nella nostra provincia. Riprendere il controllo pubblico di un servizio così rilevante significa infatti coniugare qualità del servizio e qualità del lavoro restituendo al territorio la centralità dovuta”.

  Share: