Patto per lavoro e sviluppo, approvato l’Odg dall’assemblea di Cgil Firenze

Patto per il lavoro e lo sviluppo con istituzioni e categorie, ieri l’assemblea della Camera del lavoro di Firenze ha approvato un Ordine del Giorno che dà mandato alla Segreteria di proseguire il confronto con la Città Metropolitana e le altre parti sociali e datoriali, proponendo delle modifiche che tengano conto delle proposte contenute nella piattaforma territoriale unitaria, definendo tre temi politici per noi prioritari: le politiche sociali e l’inclusione come parte integrante del modello di sviluppo, la declinazione territoriale degli obiettivi condivisi con un confronto con le diverse Amministrazioni, la costituzione di una cabina di regia sia per condividere e monitorare gli obiettivi del Patto che che sugli eventuali investimenti di livello territoriale delle risorse europee

Ieri nell’Assemblea Generale della Camera del lavoro di Firenze, a cui ha partecipato la Vicesegretaria della Cgil Nazionale Gianna Fracassi, abbiamo affrontato temi fondamentali per le persone che rappresentiamo e per un’idea di cambiamento e di trasformazione del Paese che non lasci indietro nessuno. La salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, la necessità di prorogare il blocco dei licenziamenti e la riforma degli ammortizzatori sociali che possano proteggere tutte e tutti indipendentemente dalla condizione di lavoro, la questione degli appalti e della nostra contrarietà alla liberalizzazione dei subappalti e del massimo ribasso, la straordinaria occasione del Next Generation EU per creare occupazione e lavoro di qualità a partire dalle donne e dai giovani, l’importanza di condividere anche a livello territoriale un’idea diversa di sviluppo di cui il Patto per il lavoro e lo sviluppo proposto dal Sindaco della Città Metropolitana può esserne uno strumento.
E’ stata una bella discussione a cui tanti compagni e compagne hanno portato un contributo di idee, di proposte, di valutazioni che, partendo da necessità e condizioni diverse delle persone che rappresentiamo, contribuiscono a raggiungere gli obiettivi di interesse generale che la Confederazione rappresenta.

L’Assemblea Generale si è conclusa con l’approvazione all’unanimità di un Ordine del Giorno che dà mandato alla Segreteria di proseguire il confronto con la Città Metropolitana e le altre parti sociali e datoriali sul Patto per il lavoro e lo sviluppo, proponendo delle modifiche che tengano conto delle proposte contenute nella piattaforma territoriale unitaria, definendo tre temi politici per noi prioritari: le politiche sociali e l’inclusione come parte integrante del modello di sviluppo, la declinazione territoriale degli obiettivi condivisi con un confronto con le diverse Amministrazioni, la costituzione di una cabina di regia sia per condividere e monitorare gli obiettivi del Patto che che sugli eventuali investimenti di livello territoriale delle risorse europee.

Non c’è nessun cambiamento possibile senza la partecipazione del mondo del lavoro e del Sindacato.


Paola Galgani
Segret. Generale CDLM Firenze

  Share: