Coop di Legnaia, accordo che salvaguarda l’occupazione

Coop di Legnaia (Firenze), siglato un verbale di accordo che salvaguarda l’occupazione. Soddisfatte Cgil e Filcams Cgil

La Camera del Lavoro Metropolitana e la Filcams Cgil di Firenze esprimono soddisfazione per quanto avvenuto nella giornata odierna.
Dopo settimane di lunghe trattative siamo arrivati alla sottoscrizione tra la Coop.Agricola di Legnaia in Liquidazione Coatta Amministrativa e il Consorzio Agricolo di Legnaia (che ha rilevato la Coop. Agricola), le RSU e i sindacati di un verbale di accordo che salvaguarda l’occupazione di tutto il personale ad oggi dipendente di tutta la Cooperativa nella sede di Sollicciano.
Attraverso l’accordo fortemente voluto da tutti siamo riusciti ad andare oltre quelle che erano le basi poste al momento dell’asta salvaguardando l’occupazione, l’anzianità di tutti i lavoratori e le lavoratrici e le tutele previste dall’art.18 nella sua formulazione originale, condividendo tutti insieme il valore della RSU e della contrattazione di secondo livello, senza dimenticare i sacrifici che i lavoratori e le lavoratrici hanno fatto nel corso degli ultimi anni a causa di una gestione non oculata di un patrimonio della città. I lavoratori riuniti in assemblea hanno approvato all’unanimità la bozza che poi è divenuta l’accordo condiviso oggi, accettando in questo modo ulteriori sacrifici dimostrando di credere nel rilancio dell’impresa.
Da oggi si apre una nuova fase per l’ex Coop. Agricola di Legnaia che ci vedrà tutti impegnati nella discussione necessaria al suo rilancio; tutto questo tenendo ben presente che il passaggio è ancora sub judice in base a quanto potrà stabilire il T.A.R. nei prossimi giorni circa la prosecuzione dell’attività del nuovo Consorzio. Qualora venisse accettato il ricorso presentato, determinando una gravissima situazione di incertezza per i lavoratori dell’ex Cooperativa, per la CGIL e la Filcams CGIL di Firenze tale accordo sarà comunque la base minima di partenza per qualunque confronto.
Nel ringraziare la Regione Toscana che, nella persona del Consigliere Fabiani ha seguito l’evolversi della crisi e partecipato all’incontro odierno, esprimiamo la necessità che la stessa Regione continui a seguire attentamente l’evolversi della partita sostenendo, come dichiarato, il rilancio dell’azienda e la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori, anche qualora il ricorso risultasse avverso al Consorzio.
Ringraziamo inoltre Carmen Toscano per la disponibilità e la presenza costante di Arti che ha seguito il percorso fin dall’inizio della crisi dell’impresa.

Firmato: Yuri Vigiani e Maurizio Magi (Filcams Cgil Firenze), Elena Aiazzi (Cgil Firenze)

  Share: