Istituto De Angeli (Reggello), futuro a rischio: sciopero e presidio

Istituto De Angeli (Reggello, Firenze), sciopero e presidio davanti all’azienda. Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil preoccupate “per la mancanza di risposte chiare sul futuro del sito e su come superare le attuali difficoltà”

Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil, unitamente alla Rsu di Istituto De Angeli, vista la mancanza di risposte chiare sul futuro del sito di Reggello, ribadiscono la loro preoccupazione per la tenuta del sito ed il loro disappunto nei confronti della gestione della direzione aziendale.
Le perplessità sulle scelte aziendali nasce dal fatto che ad ogni incontro non vengono illustrate soluzioni che seguono una direzione scelta, ma scenari di volta in volta diversi tra loro che si basano su estemporanee soluzioni che non vengono sostenute da dati oggettivi e dimostrati, e spesso non tengono conto dell’impatto sulla vita dei lavoratori e delle lavoratrici di Ida.
In base ai continui cambi di scenari e ad una valutazione oggettiva delle esigenze dell’azienda, la Rsu e i sindacati hanno una forte preoccupazione che vi possano essere risvolti negativi futuri, che al momento restano sottaciuti.
Quello che più di tutto preoccupa è che, dopo gli incontri effettuati sui tavoli regionali, dove è stato chiesto un piano industriale anche dagli esponenti delle istituzioni, ancora manca una risposta da parte dell’azienda su come intende affrontare in futuro le difficoltà che sta attualmente attraversando Ida.
Per questo, dopo aver riconfermato lo stato di agitazione aperto il 22 marzo scorso, oggi 8 ore di sciopero con presidio davanti ai cancelli dell’azienda a Reggello (località Prulli) dalle 10 alle 11.

Firmato: la Rsu aziendale FILCTEM CGIL – FEMCA CISL – UILTEC UIL

  Share: