Toscana Pride, il 26 giugno in piazza a Firenze

“Liberiamo i diritti per una Toscana ancora più rainbow”: questo il claim dell’edizione 2021 del Toscana Pride che anche quest’anno – causa Covid – non potrà svolgersi con una tradizionale parata. Il Toscana Pride riparte con una manifestazione diffusa in sei città toscane, in attesa della grande parata prevista a Livorno nel 2022.
Domenica 27 giugno a partire dalle 18 ad Arezzo (Parco Giotto – Pertini), Firenze (Piazzale J. F. Kennedy), Livorno (Fortezza Nuova), Pisa (Piazza dei Cavalieri), Pistoia (Piazza del Duomo) e Siena (Area Verde Camollia – Il Giardino Segreto) le persone lesbiche, gay, bisex, trans*, queer, intersex e asessuali torneranno a rivendicare i propri diritti partecipando alle manifestazioni dell’orgoglio organizzate dalle 14 associazioni che fanno parte del Comitato Toscana Pride: AGEDO Toscana, Arcigay Arezzo “Chimera Arcobaleno”, Arcigay Livorno L.E.D Libertà e Diritti, Arcigay Siena “Movimento Pansessuale”, Azione Gay e Lesbica (Firenze), Collettivo Asessuale Carrodibuoi, Associazione Consultorio Transgenere (Torre del Lago), Famiglie Arcobaleno (Toscana), IREOS Comunità Queer Autogestita (Firenze), LuccAut (Lucca), Pinkriot Arcigay Pisa, Polis Aperta, Rete Genitori Rainbow, Arcigay Firenze Altre Sponde.
Al grido “Liberiamo i diritti, facciamo rumore” ci saranno interventi politici, flash mob, reading e performance artistiche. Per la comunità LGBTQIA+* toscana ci sono due priorità irrinunciabili: l’approvazione del DDL Zan subito e senza tagli e la realizzazione di un Patto per l’inclusione con la Regione Toscana che la impegni in azioni concrete a sostegno e a tutela delle persone lesbiche, gay, bisex, trans*, queer, intersex e asessuali. Nel corso delle manifestazioni sono previsti flash mob, reading, performance artistiche.
La Cgil Firenze aderisce e invita a partecipare
  Share: