No alla vendita dell’handling, presidio all’aeroporto di Firenze

Oggi presìdi dei lavoratori degli aeroporti di Firenze e Pisa, davanti ai due scali toscani, per ribadire il fermo no alla vendita della società Toscana Aeroporti Handling da parte di Toscana Aeroporti. Li hanno organizzati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl Toscana, in occasione dello sciopero nazionale per l’intera giornata di tutto il personale del settore

LA NOTA DEI SINDACATI

Ancora a manifestare il nostro dissenso. La vendita dell’Handling è sbagliata.
Continua la mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori degli scali aeroportuali di Firenze e Pisa con decine di presidi e il secondo sciopero Regionale In Toscana.
La vendita della Società TAH da parte di Toscana Aeroporti è un atto che non condividiamo e da subito abbiamo fatto sapere la nostra contrarietà.
Tutti i soggetti che possono giocare un ruolo in questa vicenda sono stati chiamati in causa, dalle amministrazioni pubbliche locali a ENAC e da essi vogliamo risposte concrete.
Le risposte al momento non sono sufficienti ma non abbiamo permesso e non permetteremo a nessuno di voltarsi dall’altra parte.
I lavoratori sono i soggetti danneggiati da una scelta sbagliata e non accettiamo che questa scelta li penalizzi mettendo in discussione i loro diritti e la loro professionalità.
In un settore che vede il secondo sciopero nazionale per evidenziare come tutto il trasporto aereo abbia bisogno di attenzione, di risorse e di riforme strutturali, in Toscana ci troviamo a fronteggiare una ulteriore difficoltà.
SCIOPERIAMO COMPATTI PER IL FUTURO DEL LAVORO NEL TRASPORTO AEREO, PER UN LAVORO DI QUALITA’, PER DIFENDERE I DIRITTI E LE CONDIZIONI DI LAVORO E DI SALARIO DI CHI OPERA NEL SETTORE.

Le Segreterie Regionali della Toscana FILT CGIL – FIT CISL – UILT – UGL

  Share: