Gkn, Calosi (Fiom) “chiama” Fidi Toscana

“A detta dell’advisor fare ripartire questa azienda è un’operazione che vale 100 milioni di euro”, e “Invitalia ha già detto che non vuole starci, che fanno solo attività di monitoraggio, ma non c’è una volontà di intervento diretto” nel capitale: lo ha detto Daniele Calosi, segretario generale della Fiom-Cgil di Firenze-Prato-Pistoia, intervistato oggi da Novaradio sul tema della vertenza della Gkn di Campi Bisenzio. “Se non c’è Invitalia, bisogna che ci sia la Regione Toscana attraverso la propria sua finanziaria”, ha aggiunto Calosi, riferendosi a Fidi Toscana, per cui “chiediamo alla Regione Toscana lo stesso impegno che abbiamo chiesto a Invitalia”, adesso che “siamo ancora in una fase interlocutoria, che è forse la fase più delicata: ora ci sono 15 giorni dove l’advisor e l’azienda devono trovare quest’accordo per la cessione delle quote. Noi vogliamo capire come viene fatta l’operazione, non vorrei che fra 15 giorni l’advisor ci dicesse che non ci sono più le condizioni”. (ANSA).

“I SOLDI DEL PNRR SOLO A CHI DA’ LAVORO STABILE”: L’INTERVISTA SU REPUBBLICA

  Share: