‘Fabbrica dei marroni’, no chiusura ma riconversione. La Flai vuole garanzie

Niente chiusura, ma riconversione, per lo stabilimento di Marradi dell’azienda Ortofrutticola del Mugello: questa è la proposta illustrata dall’azienda al tavolo convocato dalla Regione Toscana a cui hanno partecipato sindacati, Rsu e istituzioni locali. Secondo quanto si apprende, la produzione di marron glaces sarebbe comunque trasferita nello stabilimento Italcanditi in provincia di Bergamo, mentre la fabbrica di Marradi dovrebbe essere dedicata a nuovi prodotti, con una riduzione degli occupati stagionali.

Ortofrutticola del Mugello (Marradi), l’azienda rivede la posizione sulla chiusura dello stabilimento. La Flai Cgil: “Al tavolo di oggi informazioni insufficienti, vogliamo rassicurazioni sul futuro del sito, domani in assemblea valuteremo il mantenimento del presidio”

15 giorni di presidio davanti ai cancelli, e tutte le mobilitazioni istituzionali, politiche e della cittadinanza marradese hanno costretto Italcanditi a rivedere la sua posizione rispetto alla chiusura dello stabilimento dell’Ortofrutticola del Mugello a Marradi. Riteniamo comunque che le informazioni oggi date dall’azienda al tavolo siano insufficienti per valutare il piano proposto rispetto al mantenimento del presidio alla “fabbrica dei marroni” a Marradi.
Quindi valuteremo domani con l’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori il mantenimento del presidio permanente, che noi riteniamo necessario fino a che non avremo le rassicurazioni e il piano industriale dettagliato rispetto al futuro del sito Marradese. Il piano industriale dovrà essere partciolarmente convincente, essendo trascorsi nemmeno 18 mesi dall’acquisizione di Ortofrutticola.

Firmato: Flai Cgil Firenze e Toscana

  Share: