Vertenza Gilbarco, sciopero-presidio e incontro Fiom-Nidil-istituzioni

Oggi si è tenuto l’incontro di Fiom e Nidil Cgil Firenze con l’unità di crisi della Regione Toscana a seguito dell’annuncio da parte di Gilbarco di una riorganizzazione nella struttura aziendale che comporterebbe nel territorio fiorentino 70 esuberi, tra dipendenti diretti e lavoratori interinali.

“Durante l’incontro istituzionale di oggi, abbiamo ribadito l’assoluta contrarietà al piano di riorganizzazione aziendale che, secondo l’azienda, porterà inevitabilmente all’apertura della procedura di licenziamento collettivo. Pertanto, abbiamo chiesto un intervento della Regione Toscana e del Comune di Firenze per impedire questo scenario.
Le istituzioni si sono impegnate ad attivarsi e a convocare urgentemente l’azienda per chiedere di non procedere con quanto preannunciato.
Stamani in concomitanza con l’incontro in Regione, si è tenuta un’ora di sciopero davanti allo stabilimento di Firenze, con presidio che ha visto una forte partecipazione. Come Fiom CGIL Firenze, Prato, Pistoia, continueremo con le iniziative di mobilitazione lottando per la salvaguardia dei posti di lavoro e per non lasciare nessun lavoratore indietro.”

Fabio Ammavuta Referente Fiom CGIL Firenze, Prato, Pistoia

  Share: