Guido Rossa, una giornata di ricordo a Scandicci

Guido Rossa, stamani a Scandicci (Firenze) iniziativa Cgil con Sergio Cofferati, Paola Galgani, Sandro Fallani al Nuovo Centro Civico al piazzale della Resistenza per ricordare l’operaio-sindacalista ucciso dalle Br. Nel primo pomeriggio l’inaugurazione del giardino all’Olmo. La segretaria Cgil: “Guido Rossa incarnava valori come l’antifascismo, la difesa della democrazia e della Costituzione Italiana e si è esposto senza paura per difendere la democrazia in un periodo buio”

Stamani a Scandicci (Firenze), presso l’Auditorium del Nuovo Centro Civico al piazzale della Resistenza, si è svolta l’iniziativa “Guido Rossa – L’uomo, l’operaio, il sindacalista”, organizzata da Cgil Firenze. Hanno partecipato Sergio Cofferati (ex Segretario Generale della Cgil), Sandro Fallani (Sindaco di Scandicci), Paola Galgani (Segretaria Generale della Camera del Lavoro-Cgil di Firenze). Ha moderato Raffaele Palumbo (Giornalista, Controradio). L’iniziativa è stata una occasione di riflessione nell’ambito della intitolazione a Guido Rossa (delegato della Cgil dell’Italsider di Genova, ucciso dalle Brigate Rosse 43 anni fa) del giardino dell’Olmo nella zona industriale di Scandicci (in via Pisana 19d): tale intitolazione deriva dall’accordo sottoscritto dalla Cgil e dallo Spi di zona con il Comune di Scandicci nel 2019 in occasione della ricorrenza del 40° anniversario dell’assassinio di Guido Rossa. L’inaugurazione del Giardino Guido Rossa, organizzata dal Comune di Scandicci assieme alla Cgil, si è svolta nel pomeriggio.
“Mantenere la memoria, la nostra memoria che spesso e volentieri ha incarnato nella nostra pratica la difesa di valori alti come l’antifascismo, la difesa della democrazia e della Costituzione Italiana, rimane un obiettivo da praticare e che pratichiamo al livello sia collettivo che individuale. Guido Rossa era l’incarnazione di questi valori e per questi valori si è esposto senza paura, per difendere la democrazia in un periodo buio e nero nei cosiddetti anni di piombo”, ha detto Paola Galgani, segretaria generale Cgil Firenze.

  Share: