Ledal Bag (Mugello), soluzione “di filiera” per salvare gli occupati

Pelletteria: vertenza Ledal Bag (Dicomano, Mugello, Fi) si fa strada una soluzione ‘di filiera’ per i lavoratori e le lavoratrici. Stamani incontro in Regione Toscana tra le parti. Filctem Cgil Firenze e Cgil Mugello: “L’intesa raggiunta sancisce un principio importante: la responsabilità sociale della filiera”

Il tavolo regionale convocato questa mattina da Valerio Fabiani, consigliere per lavoro e crisi aziendali del presidente Eugenio Giani, ha dato il via libera all’accordo sulla Ledal Bag, l’azienda di pelletteria di Dicomano che ha annunciato chiusura e avviato la procedura per il licenziamento collettivo di 34 dipendenti. “Questa intesa costituisce un precedente – spiega Fabiani -: la ricollocazione dei lavoratori licenziati sarà accompagnata da un ruolo attivo di un’altra azienda del settore moda e pelletteria”.
Il testo del verbale, condiviso con le organizzazioni sindacali (Filctem Cgil e Cgil Mugello in testa) e l’amministrazione di Dicomano, sancisce infatti che “l’azienda Il Veliero, che dava lavoro alla Ledal Bag, si farà carico di fare colloqui a tutti i dipendenti licenziati per l’eventuale assunzione. Questa è una novità – continua il consigliere – perché sancisce il principio che le situazioni di crisi, e certamente quella della Ledal lo è, trovano riferimenti nella filiera produttiva alla quale appartengono”.
Ad assistere il consigliere come di consueto le strutture Arti; nell’accordo infatti si prevede l’intervento concreto della Regione, secondo un modello già sperimentato in altre vertenze. “La collocazione dei lavoratori licenziati sarà favorita dalla dote regionale, ovvero un finanziamento di 8 o 10 mila euro per i datori di lavoro che assumono lavoratori provenienti da aziende in crisi”, precisa il consigliere.
Il tavolo regionale, aperto con urgenza visto che i lavoratori sono senza stipendio da agosto, resta impegnato per la reindustrializzazione del sito e per monitorare il processo di ricollocamento.

Fonte: Toscana Notizie

Il commento di Filctem Cgil Firenze e Cgil Mugello, che esprimono soddisfazione per l’intesa raggiunta: “L’accordo, arrivato grazie a una grande collaborazione con le istituzioni locali e regionali, sancisce un principio importante: la responsabilità sociale della filiera. Il nostro obiettivo è stato da subito quello di salvaguardare l’occupazione e le professionalità di lavoratrici e lavoratori: abbiamo chiesto all’azienda che forniva le commesse alla Ledal Bag che si facesse garante di un’offerta di lavoro a tutte le addette e gli addetti ancora in forze, mentre altri dipendenti sono già stati ricollocati in altre ditte della zona. Il settore della moda in questo caso dimostra di essere, oltre che un settore in crescita, sensibile alle tematiche legate al lavoro e al territorio. In ogni caso, verificheremo sull’applicazione dell’accordo: il processo va concluso e l’obiettivo condiviso con il Comune di Dicomano è quello della reindustrializzazione del sito: si tratta di un’area interna dunque non si può permettere di perdere né lavoro né industria”.

  Share: